Il discorso amoroso ai tempi di Maria De Filippi: L’universo solipsistico di «Uomini e donne»