Urban Agenda for the EU, Pact of Amsterdam (2016) identifies the objectives for future urban development: regeneration, sustainability, reduction in use of natural resources, protection of environment, design innovative approach. By Circular economy, “the objective is to increase the re-use, repair, refurbishment and recycling of existing materials and products to promote new growth and job opportunities. […] The focus will be on: waste management (turn a waste into a resource), sharing economy, resource efficiency”. It is possibile to change the point of view to operate a significant conceptual transfer: 3Rs "Reduce, Re-use, Recycle" strategy for Zero Waste classifies and assesses transformation methods for products end-of-life, taking in consideration minimum in materials and in energy. The design of Building environment offers different, interconnected, shifting positions: fundamental is environmental and technological approach, centred on Life Cycle, to guide conscious choices in design, to reduce impacts (socio-cultural and environmental) in each process phases and to obtain an articulated and systemic solution for products. Building Environment is a resource, consist of spaces, structures, technologies, materials metabolized at local scale, utilised by strategies and Closing Circle technological solutions, to reduce soil consumption and save site material culture. Design process (Design for Environment, Sustainable Design, Environmental Conscious Design), therefore, is oriented to a simultaneous reduction of embedded energy in materials, components and systems (also energetic), ensuring passive operating and reducing waste volume, to aim NetZero environment paradigm (Soil Zero-Energy Zero-Waste Zero).

La Urban Agenda for the EU, Pact of Amsterdam (2016), individua degli obiettivi prioritari a cui tendere per lo sviluppo urbano futuro: rigenerazione, sostenibilità, riduzione dell’uso di suolo e maggior rispetto dell’ambiente, approcci progettuali innovativi. In un’ottica di “Circular economy, The objective is to increase the re-use, repair, refurbishment and recycling of existing materials and products to promote new growth and job opportunities. […] The focus will be on: waste management (turn a waste into a resource), sharing economy, resource efficiency”. Prendere in prestito “lo sguardo” di un altro sistema per osservare dall’esterno i possibili approcci d’intervento sull’architettura già esistente, permette di operare un trasferimento concettuale significativo: le 3Rs "Reduce, Re-use, Recycle" della strategia Rifiuti Zero classificano e valutano in senso gerarchico metodi di trasformazione a fine vita di sistemi-prodotto, coerenti con il consumo e la perdita di energia: minimo di materiale da processare con minima energia necessaria. E’ possibile individuare posizioni diverse, interconnesse, fluide nel rapporto con l’esistente: centrale, però, è il progetto tecnologico ambientale che si incentra su un approccio Life Cycle all’esistente, orientando scelte operative consapevoli, il cui obiettivo è tener conto di tutte le possibili implicazioni socio-culturali e ambientali connesse ad ogni fase del processo, minimizzandone gli effetti negativi, e determina il passaggio dalla progettazione del prodotto a quella del sistema-prodotto, sulla base del concetto di ciclo di vita. L’ambiente costruito si pone come risorsa materiale, fatta di spazi, strutture, tecnologie e materiali da metabolizzare a scala locale, da utilizzare attraverso strategie e soluzioni tecnologiche a ciclo chiuso, per evitare il consumo di suolo e al contempo recuperare la cultura materiale del luogo. Si tratta, quindi, di orientare le azioni di progetto verso una simultanea riduzione dell’energia incorporata nei materiali, nelle componenti e nei sistemi (anche energetici), garantendo il funzionamento passivo dell’esistente e limitando il volume dei rifiuti prodotti, per raggiungere il paradigma NetZero environment (Zero Suolo-Zero Energia-Zero Rifiuti).

L'esistente come risorsa. Re-duce Re-use Re-cycle / Baiani, Serena. - STAMPA. - 1(2016), pp. 23-32.

L'esistente come risorsa. Re-duce Re-use Re-cycle

Baiani, Serena
2016

Abstract

La Urban Agenda for the EU, Pact of Amsterdam (2016), individua degli obiettivi prioritari a cui tendere per lo sviluppo urbano futuro: rigenerazione, sostenibilità, riduzione dell’uso di suolo e maggior rispetto dell’ambiente, approcci progettuali innovativi. In un’ottica di “Circular economy, The objective is to increase the re-use, repair, refurbishment and recycling of existing materials and products to promote new growth and job opportunities. […] The focus will be on: waste management (turn a waste into a resource), sharing economy, resource efficiency”. Prendere in prestito “lo sguardo” di un altro sistema per osservare dall’esterno i possibili approcci d’intervento sull’architettura già esistente, permette di operare un trasferimento concettuale significativo: le 3Rs "Reduce, Re-use, Recycle" della strategia Rifiuti Zero classificano e valutano in senso gerarchico metodi di trasformazione a fine vita di sistemi-prodotto, coerenti con il consumo e la perdita di energia: minimo di materiale da processare con minima energia necessaria. E’ possibile individuare posizioni diverse, interconnesse, fluide nel rapporto con l’esistente: centrale, però, è il progetto tecnologico ambientale che si incentra su un approccio Life Cycle all’esistente, orientando scelte operative consapevoli, il cui obiettivo è tener conto di tutte le possibili implicazioni socio-culturali e ambientali connesse ad ogni fase del processo, minimizzandone gli effetti negativi, e determina il passaggio dalla progettazione del prodotto a quella del sistema-prodotto, sulla base del concetto di ciclo di vita. L’ambiente costruito si pone come risorsa materiale, fatta di spazi, strutture, tecnologie e materiali da metabolizzare a scala locale, da utilizzare attraverso strategie e soluzioni tecnologiche a ciclo chiuso, per evitare il consumo di suolo e al contempo recuperare la cultura materiale del luogo. Si tratta, quindi, di orientare le azioni di progetto verso una simultanea riduzione dell’energia incorporata nei materiali, nelle componenti e nei sistemi (anche energetici), garantendo il funzionamento passivo dell’esistente e limitando il volume dei rifiuti prodotti, per raggiungere il paradigma NetZero environment (Zero Suolo-Zero Energia-Zero Rifiuti).
2016
B-Side [Inserti urbani]. Il progetto tecnologico per la riqualificazione di spazi dimenticati
9788868128081
Urban Agenda for the EU, Pact of Amsterdam (2016) identifies the objectives for future urban development: regeneration, sustainability, reduction in use of natural resources, protection of environment, design innovative approach. By Circular economy, “the objective is to increase the re-use, repair, refurbishment and recycling of existing materials and products to promote new growth and job opportunities. […] The focus will be on: waste management (turn a waste into a resource), sharing economy, resource efficiency”. It is possibile to change the point of view to operate a significant conceptual transfer: 3Rs "Reduce, Re-use, Recycle" strategy for Zero Waste classifies and assesses transformation methods for products end-of-life, taking in consideration minimum in materials and in energy. The design of Building environment offers different, interconnected, shifting positions: fundamental is environmental and technological approach, centred on Life Cycle, to guide conscious choices in design, to reduce impacts (socio-cultural and environmental) in each process phases and to obtain an articulated and systemic solution for products. Building Environment is a resource, consist of spaces, structures, technologies, materials metabolized at local scale, utilised by strategies and Closing Circle technological solutions, to reduce soil consumption and save site material culture. Design process (Design for Environment, Sustainable Design, Environmental Conscious Design), therefore, is oriented to a simultaneous reduction of embedded energy in materials, components and systems (also energetic), ensuring passive operating and reducing waste volume, to aim NetZero environment paradigm (Soil Zero-Energy Zero-Waste Zero).
progetto dell’esistente; 3R strategy; life cycle approachKeywordsBuilt environment; 3R strategy; life cycle approach; design for environment
02 Pubblicazione su volume::02a Capitolo o Articolo
L'esistente come risorsa. Re-duce Re-use Re-cycle / Baiani, Serena. - STAMPA. - 1(2016), pp. 23-32.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Baiani_L'esistente come risorsa_2016.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.5 MB
Formato Adobe PDF
1.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/968356
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact