The study of the construction site tracks and signs engraved on the stone as the transmission mechanisms of the historic architecture theoretical rules to the building sites practices has recently offered new insights on the organization and management of work linked to the old building. On the basis of methodological reflections and the first classifications proposed by publishers in a previous book published in this same collection, this work seeks to enhance the overall picture of the studies on a generally poorly treated theme. This second volume on the site tracks is born, in fact, from the need to bring together in a unique contribution to the international research carried out in recent years, by different groups of scholars. The main objective is to offer a diachronic view on this practice and analysis of the different points of view in reading the procedures of planning and architectural production.

Lo studio dei tracciati di cantiere e i segni incisi sulla pietra come meccanismi di trasmissione delle regole teoriche dell’architettura storica alle pratiche dei cantieri edilizi ha offerto ultimamente nuovi spunti di riflessione sull’organizzazione e la gestione del lavoro legato alla costruzione antica. Sulla base delle riflessioni metodologiche e le prime classificazioni proposte dagli editori in un precedente volume pubblicato in questa stessa collana, questo lavoro cerca di arricchire il panorama degli studi su un tema generalmente poco trattato. Questo secondo volume sui tracciati di cantiere nasce, infatti, dall’esigenza di riunire in un contributo unico le ricerche internazionali realizzate, negli ultimi anni, da diversi gruppi di studiosi. L’obiettivo principale è quello di offrire un panorama diacronico sull’impiego di queste pratiche e un’analisi dei diversi punti di vista nella lettura dei procedimenti di pianificazione e produzione dell’architettura.

I TRACCIATI DI CANTIERE. DISEGNI ESECUTIVI PER LA TRASMISSIONE E DIFFUSIONE DELLE CONOSCENZE TECNICHE

INGLESE, CARLO;
2016

Abstract

Lo studio dei tracciati di cantiere e i segni incisi sulla pietra come meccanismi di trasmissione delle regole teoriche dell’architettura storica alle pratiche dei cantieri edilizi ha offerto ultimamente nuovi spunti di riflessione sull’organizzazione e la gestione del lavoro legato alla costruzione antica. Sulla base delle riflessioni metodologiche e le prime classificazioni proposte dagli editori in un precedente volume pubblicato in questa stessa collana, questo lavoro cerca di arricchire il panorama degli studi su un tema generalmente poco trattato. Questo secondo volume sui tracciati di cantiere nasce, infatti, dall’esigenza di riunire in un contributo unico le ricerche internazionali realizzate, negli ultimi anni, da diversi gruppi di studiosi. L’obiettivo principale è quello di offrire un panorama diacronico sull’impiego di queste pratiche e un’analisi dei diversi punti di vista nella lettura dei procedimenti di pianificazione e produzione dell’architettura.
Inglese, Carlo; Pizzo, Antonio
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/877827
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact