"Nato nel 1919 da una famiglia torinese piccolo borghese e antifascista, Soleri a ventisei anni ha una laurea in architettura al Politecnico di Torino, un grande talento artistico, e un temperamento febbrile e sperimentale che l’Italia impoverita dal fascismo non sembra poter nutrire. Trasferitosi in Arizona, Soleri, come un tumbleweed – l’arbusto che per chilometri rotola in quei deserti – passa la sua esistenza in un perenne “movimento seminativo” nel corso del quale prende forma una concezione filosofico-architettonica coerente, dove pratica architettonica e filosofia di vita non sono più distinguibili, dove l’impegno politico e le scelte formali diventano la stessa cosa. La scelta del deserto, dunque, non è casuale. “La sfida di un arido altopiano è la premessa coerente per il fiorire di vita multiforme”e Soleri lo adotta come laboratorio di sperimentazione, usando le avversità per elaborare creativamente forme di adattamento materiale, organizzativo e professionale. Se è vero che “non c’è eredità senza erranza”, Soleri è, a suo modo, un autentico erede del pensiero novecentesco europeo e americano. "

Paolo Soleri, l’incontro col deserto / Paolo Soleri, encountering the desert

PADOA SCHIOPPA, CATERINA
2013

Abstract

"Nato nel 1919 da una famiglia torinese piccolo borghese e antifascista, Soleri a ventisei anni ha una laurea in architettura al Politecnico di Torino, un grande talento artistico, e un temperamento febbrile e sperimentale che l’Italia impoverita dal fascismo non sembra poter nutrire. Trasferitosi in Arizona, Soleri, come un tumbleweed – l’arbusto che per chilometri rotola in quei deserti – passa la sua esistenza in un perenne “movimento seminativo” nel corso del quale prende forma una concezione filosofico-architettonica coerente, dove pratica architettonica e filosofia di vita non sono più distinguibili, dove l’impegno politico e le scelte formali diventano la stessa cosa. La scelta del deserto, dunque, non è casuale. “La sfida di un arido altopiano è la premessa coerente per il fiorire di vita multiforme”e Soleri lo adotta come laboratorio di sperimentazione, usando le avversità per elaborare creativamente forme di adattamento materiale, organizzativo e professionale. Se è vero che “non c’è eredità senza erranza”, Soleri è, a suo modo, un autentico erede del pensiero novecentesco europeo e americano. "
9788874626021
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/869141
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact