For Venice Biennale 2014 Rem Koolhaas will look at Fundamentals, basic unavoidable architectural categories structuring any living space. It sounds as a warning to re-establish a straight relationship to tectonic components in design and building processes. MAPPA, which stands for Sidewalks+Trees+Parking+Ground Floors+Civic Areas - five Fundamentals in urban design - is a research project exploring both theoretically and experimentally a notion of “urban ecology” based on smart recycling of material and cultural resources coming from the self-organised city. MAPPA defines an extensive, multiscalar program of public space regeneration for the city of Rome, grasping from local emergent and informal behaviors in order to assign new identities. It combines a sensibilization campaign, aiming at temporary mutation on space perception and urban congestion, together with a progressive yet radical program of ecological corridors generating a highly interconnected metropolitan network.

Il problema a San Basilio non è la quantità degli spazi aperti, o la qualità dell’architettura. Il problema è che la mixité tipologica e morfologica non conduce alla mixité sociale. Vani per questo gli sforzi negli ultimi anni di riqualificare piazze, percorsi pedonali, giardini pubblici, interventi che da soli non bastano a riscattare un contesto poco consapevole. Del resto, addomesticare lo spazio pubblico, cioè associarlo all’idea di “casa”, è un processo complesso che parte dal basso. MAPPA è l’acronimo di Marciapiedi - Alberi - Parcheggi - Piani terra - Aree civiche, cinque categorie primarie – i “Fondamentali” - del paesaggio urbano, che San Basilio si traduce in un progetto di sipari (filari di alberi), di diradamenti (eliminazione di parcheggi a raso) e di completamenti (costruzione di nuovi servizi), determinato da regole geometriche e scenografiche.

RI-IMMAGINA LA MAPPA (Marciapiedi - Alberi - Parcheggi - Piani terra - Aree civiche). Il caso di San Basilio a Roma

PADOA SCHIOPPA, CATERINA
2013

Abstract

Il problema a San Basilio non è la quantità degli spazi aperti, o la qualità dell’architettura. Il problema è che la mixité tipologica e morfologica non conduce alla mixité sociale. Vani per questo gli sforzi negli ultimi anni di riqualificare piazze, percorsi pedonali, giardini pubblici, interventi che da soli non bastano a riscattare un contesto poco consapevole. Del resto, addomesticare lo spazio pubblico, cioè associarlo all’idea di “casa”, è un processo complesso che parte dal basso. MAPPA è l’acronimo di Marciapiedi - Alberi - Parcheggi - Piani terra - Aree civiche, cinque categorie primarie – i “Fondamentali” - del paesaggio urbano, che San Basilio si traduce in un progetto di sipari (filari di alberi), di diradamenti (eliminazione di parcheggi a raso) e di completamenti (costruzione di nuovi servizi), determinato da regole geometriche e scenografiche.
9788849226744
For Venice Biennale 2014 Rem Koolhaas will look at Fundamentals, basic unavoidable architectural categories structuring any living space. It sounds as a warning to re-establish a straight relationship to tectonic components in design and building processes. MAPPA, which stands for Sidewalks+Trees+Parking+Ground Floors+Civic Areas - five Fundamentals in urban design - is a research project exploring both theoretically and experimentally a notion of “urban ecology” based on smart recycling of material and cultural resources coming from the self-organised city. MAPPA defines an extensive, multiscalar program of public space regeneration for the city of Rome, grasping from local emergent and informal behaviors in order to assign new identities. It combines a sensibilization campaign, aiming at temporary mutation on space perception and urban congestion, together with a progressive yet radical program of ecological corridors generating a highly interconnected metropolitan network.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/869140
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact