Si ripercorre la fortuna di Dante (e particolarmente della Commedia) nella musica dell'Ottocento, ponendo in relazione l'emergere del concetto di musica assoluta con la crescente fortuna di Dante come paradigma di cultura comune. Da Zingarelli (1804), a Rossini, Donizetti, Liszt, Boito ecc. si arriva alle Laudi alla Vergine Maria di Verdi (pubblicate nel 1898)

Dante nella musica dell’Ottocento

ROSTAGNO, ANTONIO
2013

Abstract

Si ripercorre la fortuna di Dante (e particolarmente della Commedia) nella musica dell'Ottocento, ponendo in relazione l'emergere del concetto di musica assoluta con la crescente fortuna di Dante come paradigma di cultura comune. Da Zingarelli (1804), a Rossini, Donizetti, Liszt, Boito ecc. si arriva alle Laudi alla Vergine Maria di Verdi (pubblicate nel 1898)
978-88-6372-553-7
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/559269
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact