Du Bellay's commissions for residential buildings (castle of Saint-Maur, palace of Domenico della Rovere and the 'Horti Bellaiani' villa in Rome) reflect his appreciation for the architectural achievements of the Italian Renaissance, his antiquarian skills and his role into Roman cultural circles.

La committenza architettonica di Jean du Bellay (castello di Saint-Maur, palazzo di Domenico della Rovere e villa degli Horti Bellaiani a Roma), qui analizzata dettagliatamente, riflette il suo apprezzamento per l'architettura del Rinascimento italiano, le sue competenze antiquarie e il suo ruolo nei circoli culturali romani.

Jean du Bellay, bâtisseur passionné de la France à l’Italie

BARDATI, Flaminia
2013

Abstract

La committenza architettonica di Jean du Bellay (castello di Saint-Maur, palazzo di Domenico della Rovere e villa degli Horti Bellaiani a Roma), qui analizzata dettagliatamente, riflette il suo apprezzamento per l'architettura del Rinascimento italiano, le sue competenze antiquarie e il suo ruolo nei circoli culturali romani.
9782753532601
9782869063051
Du Bellay's commissions for residential buildings (castle of Saint-Maur, palace of Domenico della Rovere and the 'Horti Bellaiani' villa in Rome) reflect his appreciation for the architectural achievements of the Italian Renaissance, his antiquarian skills and his role into Roman cultural circles.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/549396
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact