Gli spazi collettivi come strumenti per ricucire i conflitti tra natura e architettura