La linea sottile fra me e l'altro: come una stimolazione visuo-tattile può cambiare il senso di identità personale