Alterità e principio del dialogo in Guido Calogero