SCRITTURA NOIR E DIALETTO: L'"EFFETTO ROMA"