Carrère e la crisi del soggetto: finzione, affabulazione, scrittura