Note sulla committenza romana del cardinale Angelo Capranica, mecenate e collezionista del Rinascimento