Considerazioni conclusive. Partecipazione o decisionismo? Il dilemma italiano