Uno sviluppo originale, elaborato dall’autore, della teoria dell’”armatura urbana” che dagli anni Sessanta si era fatta strada in Europa: la costruzione di un quadro di indicatori e di strategie spaziali per la quantifica zio e per la distribuzione spaziale, in insiemi integrati delle funzioni centrali – della decisione politico- economica, della conoscenza, del tempo libero, dello spettacolo e dei servizi rari – e l’individuazione di una strategia spaziale basata sull’integrazione in rete, in un sistema unitario, delle strutture insediative e dello spazio agrario e naturale, così da diffondere i fattori della qualità urbana e da ricomporre gli equilibri ambientali del Lazio, organizzato come un’unica, grande, regione urbana. Il progetto di riassetto del sistema urbano regionale (centralità e reti), elaborato dall’autore e adottato nel piano, individua un complesso di strategie di riorganizzazione della rete urbana, basate sul decentramento e la messa a sistema delle funzioni urbane strategiche, così da far funzionare la regione come un sistema unitario. Esso si basa su due strategie spaziali principali: la dilatazione spaziale del “cuore” di funzioni di eccellenza (attualmente concentrate su Roma) in un sistema di centralità urbane strategiche articolato nella corona romana ( con alcune proiezioni esterne) e sul potenziamento e sulla messa in rete di tutte le altre funzioni superiori ( riorganizzate in insiemi integrati), in un’unica maglia regionale di centralità urbane.

Progetto di assetto del sistema urbano dello Schema di Piano territoriale generale del Lazio (centralità e reti)

CASSETTI, Roberto
2000

Abstract

Uno sviluppo originale, elaborato dall’autore, della teoria dell’”armatura urbana” che dagli anni Sessanta si era fatta strada in Europa: la costruzione di un quadro di indicatori e di strategie spaziali per la quantifica zio e per la distribuzione spaziale, in insiemi integrati delle funzioni centrali – della decisione politico- economica, della conoscenza, del tempo libero, dello spettacolo e dei servizi rari – e l’individuazione di una strategia spaziale basata sull’integrazione in rete, in un sistema unitario, delle strutture insediative e dello spazio agrario e naturale, così da diffondere i fattori della qualità urbana e da ricomporre gli equilibri ambientali del Lazio, organizzato come un’unica, grande, regione urbana. Il progetto di riassetto del sistema urbano regionale (centralità e reti), elaborato dall’autore e adottato nel piano, individua un complesso di strategie di riorganizzazione della rete urbana, basate sul decentramento e la messa a sistema delle funzioni urbane strategiche, così da far funzionare la regione come un sistema unitario. Esso si basa su due strategie spaziali principali: la dilatazione spaziale del “cuore” di funzioni di eccellenza (attualmente concentrate su Roma) in un sistema di centralità urbane strategiche articolato nella corona romana ( con alcune proiezioni esterne) e sul potenziamento e sulla messa in rete di tutte le altre funzioni superiori ( riorganizzate in insiemi integrati), in un’unica maglia regionale di centralità urbane.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/428416
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact