Dalla Costituzione dell'anno III a quella dell'anno VIII: rottura e continuità