Così vicini, così lontani. La "societas hominum" e le sue contraddizioni