Lo spazio intermedio nell’architettura giapponese