Il caso di Roma: tra "cernita"dei rifiuti e nuovi consumi