Il numero della rivista è dedicato al tema della relazione tra media digitali e comunicazione del patrimonio culturale, in particolare con l’obiettivo di mostrare come l’interesse e le ricadute di tale binomio siano ampiamente trasversali. Senza nessuna pretesa di esaustività sono stati perciò giustapposti più punti di vista, rappresentati dai diversi articoli che documentano un panorama ampio e variegato dei possibili approcci al tema della costruzione della conoscenza e della diffusione, divulgazione e comunicazione di contenuti culturali. Il numero si vuole dunque offrire come occasione di confronto multi-orientata, costruita attraverso la molteplicità delle esperienze e riflessioni proposte dai diversi autori, dove la ricchezza e l’articolazione dei profili professionali (architetti, archeologi, ingegneri, matematici, graphic designer, artisti, video artisti, artisti digitali, grafici 3D, critici, registi, ecc.) ci sembra essere la più significativa espressione della proficua contaminazione tra i saperi indiscutibilmente favorita dalla rivoluzione digitale. This magazine issue is about the relationship between digital techniques and the communication of cultural heritage and specifically aims at portraying how the interest and implications of these two things are widespread. Without trying to go too in depth, various points of view have been compared, each taken from different articles presenting a wide range of possible approaches on the subject of creating a wealth of information on cultural heritage and how it can be made available to the public without difficulty. Therefore, this issue wants to create a forum for a many-sided comparison built on a wealth of experience and opinions of different authors. In this way the abundance and versatility of the contributing professions (architects, archaeologists, engineers, mathematicians, graphic designers, artists, video producers, digital experts, 3D graphic designers, critics, directors, etc.) has given life to a precious blend of know-how, which is without doubt enhanced by present-day digital technology.

Communication technology for cultural heritage - Disegnarecon vol.4, n. 8/2011, ISSN: 1828-5961 / Ippoliti, Elena; A., Meschini. - ELETTRONICO. - (2011), pp. 1-138.

Communication technology for cultural heritage - Disegnarecon vol.4, n. 8/2011, ISSN: 1828-5961

IPPOLITI, ELENA;A. Meschini
2011

Abstract

Il numero della rivista è dedicato al tema della relazione tra media digitali e comunicazione del patrimonio culturale, in particolare con l’obiettivo di mostrare come l’interesse e le ricadute di tale binomio siano ampiamente trasversali. Senza nessuna pretesa di esaustività sono stati perciò giustapposti più punti di vista, rappresentati dai diversi articoli che documentano un panorama ampio e variegato dei possibili approcci al tema della costruzione della conoscenza e della diffusione, divulgazione e comunicazione di contenuti culturali. Il numero si vuole dunque offrire come occasione di confronto multi-orientata, costruita attraverso la molteplicità delle esperienze e riflessioni proposte dai diversi autori, dove la ricchezza e l’articolazione dei profili professionali (architetti, archeologi, ingegneri, matematici, graphic designer, artisti, video artisti, artisti digitali, grafici 3D, critici, registi, ecc.) ci sembra essere la più significativa espressione della proficua contaminazione tra i saperi indiscutibilmente favorita dalla rivoluzione digitale. This magazine issue is about the relationship between digital techniques and the communication of cultural heritage and specifically aims at portraying how the interest and implications of these two things are widespread. Without trying to go too in depth, various points of view have been compared, each taken from different articles presenting a wide range of possible approaches on the subject of creating a wealth of information on cultural heritage and how it can be made available to the public without difficulty. Therefore, this issue wants to create a forum for a many-sided comparison built on a wealth of experience and opinions of different authors. In this way the abundance and versatility of the contributing professions (architects, archaeologists, engineers, mathematicians, graphic designers, artists, video producers, digital experts, 3D graphic designers, critics, directors, etc.) has given life to a precious blend of know-how, which is without doubt enhanced by present-day digital technology.
media digitali; comunicazione; beni culturali
Ippoliti, Elena; A., Meschini
06 Curatela::06a Curatela
Communication technology for cultural heritage - Disegnarecon vol.4, n. 8/2011, ISSN: 1828-5961 / Ippoliti, Elena; A., Meschini. - ELETTRONICO. - (2011), pp. 1-138.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/416448
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact