A proposito di una recente traduzione di Venise Sauvée di Simone Weil, “Storia, Antropologia e Scienze del linguaggio”, III, 1