L’interesse degli arabisti italiani per il Marocco