Roma 3° millennio, le identità possibili