Parigi e l’“histoire comique”. Dalla totalità alla frammentazione