Squilibrio e disoccupazione in un modello macroeconomico neoclassico