Il falso problema della selezione e la scuola attiva