La sfida, iniziata nella seconda metà del XIX secolo, per la costruzione dell’edificio più alto del mondo sembra non aver subito arresti. In tutto il pianeta stanno sorgendo numerosi grattacieli, simboli di poteri che solo attraverso la scala gigante trovano la loro espressione. Un primato che già con la fine dello scorso millennio si era spostato da Occidente ad Oriente, e che resta tra i diversi paesi di quel area, attualmente raggiunto da Dubai, ma forse presto superato. Un fenomeno che non riguarda più solo le innovazioni tecnologiche che possono interessare gli addetti ai lavori ma che con l’11 settembre 2001, quando le immagini del crollo delle Twin Towers fanno il giro del mondo, entrano a far parte dell’immaginario collettivo. Nuovi grattacieli riprendono nel Terzo Millennio la sfida iniziata nella seconda metà del XIX secolo, con nuova energia e figuratività eclatante. Sono i Nuovi Giganti. In tutto il pianeta stanno sorgendo numerosi, simboli di poteri che solo attraverso la scala gigante trovano la loro espressione superumana. Il primato si è spostato sempre più da Occidente ad Oriente, così la massima vertiginosa altezza è ora tra Taipei e Dubai, e le forme più eccentriche a Pechino e Shanghai. Nel frattempo le metropoli mondiali moltiplicano accumuli seriali impressionanti di tall-building anche residenziali, mentre da Barcellona a Londra, da Vienna a New York le vecchie città occidentali si punteggiano di meno giganteschi grattacieli non meno bizzarri.

Nuovi giganti

SPIRITO, Gianpaola;
2008

Abstract

La sfida, iniziata nella seconda metà del XIX secolo, per la costruzione dell’edificio più alto del mondo sembra non aver subito arresti. In tutto il pianeta stanno sorgendo numerosi grattacieli, simboli di poteri che solo attraverso la scala gigante trovano la loro espressione. Un primato che già con la fine dello scorso millennio si era spostato da Occidente ad Oriente, e che resta tra i diversi paesi di quel area, attualmente raggiunto da Dubai, ma forse presto superato. Un fenomeno che non riguarda più solo le innovazioni tecnologiche che possono interessare gli addetti ai lavori ma che con l’11 settembre 2001, quando le immagini del crollo delle Twin Towers fanno il giro del mondo, entrano a far parte dell’immaginario collettivo. Nuovi grattacieli riprendono nel Terzo Millennio la sfida iniziata nella seconda metà del XIX secolo, con nuova energia e figuratività eclatante. Sono i Nuovi Giganti. In tutto il pianeta stanno sorgendo numerosi, simboli di poteri che solo attraverso la scala gigante trovano la loro espressione superumana. Il primato si è spostato sempre più da Occidente ad Oriente, così la massima vertiginosa altezza è ora tra Taipei e Dubai, e le forme più eccentriche a Pechino e Shanghai. Nel frattempo le metropoli mondiali moltiplicano accumuli seriali impressionanti di tall-building anche residenziali, mentre da Barcellona a Londra, da Vienna a New York le vecchie città occidentali si punteggiano di meno giganteschi grattacieli non meno bizzarri.
9788854009479
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/353710
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact