Visar Zhiti, Passeggiando all'indietro