The dynamics of transformation and the state of conservation of the natural components of the landscape are regulated by the balance of ecological, often altered of human intervention: the risk analysis of transformation or impairment of the areas of high historical and monumental landscape- Environmental allows you to read the conditions and effects of landscape degradation crescnti,, vulnerable well as a primary resource and not reproducible, especially noticeable degradation in the values ​​buoyancy landscape of the places where "" the landscape is perceptible aspects of the environment " "and is, in terms of values, not just aesthetic, a significant result of its structural state and ultimately a significant indicator of its overall quality. The attempt to define the continuous interrelationship between the natural and anthropogenic components of the landscape in control actions, reduction, stabilization of the phenomena agents is the key element of which has been set to the structuring of technologies for environmental restoration, in the first phase articulated in form of checklists have been developed as prescreizioni indications and techniques related to the use and exploitation of the system "" well-context-support "." The volume is the result of the processing gained in the course of the research, "" Preservation of territorial Marche a strong environmental flavor and high seismic risk. Guidelines for the definition of the levels of protection and types of intervention "," carried out in the period 2002-2005, financed by the Ministry of Heritage and Culture, Office of the Deputy Executive Commissioner for Cultural Heritage of the Marches Arch Maria Luisa Marine worms, with the scientific responsibility of Prof. Salvatore Dierna, the General Coordination of Prof. Fabrizio Orlandi, the technical and operational coordination of the architects Serena Baiani and Antonella Valitutti.

Le dinamiche di trasformazione e lo stato di conservazione delle componenti naturali del paesaggio sono regolate da equilibri di tipo ecologico, spesso alterati dell'intervento antropico: l'analisi dei rischi di trasformazione o di compromissione degli ambiti ad elevato interesse storico-monumentale, paesistico-ambientale permette di leggere le condizioni e gli effetti crescnti di degrado del paesaggio,, bene vulnerabile in quanto risorsa primaria e non riproducibile, degrado evidente soprattutto nei valori dell'assetto paesaggistico dei luoghi laddove "il paesaggio rappresenta gli aspetti percettibili dell'ambiente" e costituisce, sul piano dei valori, non solo estetici, una risultante significativa del suo stato strutturale e in definitiva un indicatore sostanziale della sua qualità globale. Il tentativo di definire la continua interrelazione tra le componenti naturali ed antropiche del paesaggio nelle azioni di controllo, riduzione, stabilizzazione dei fenomeni agenti è l'elemento chiave su cui è stata impostata la strutturazione delle tecnologie di ripristino ambientale che, in prima fase articolate in forma di check-list, sono state sviluppate come indicazioni e prescreizioni tecniche correlate per la fruizione e valorizzazione del sistema "bene-supporto-contesto". Il volume è frutto delle elaborazioni maturate nel corso della ricerca "Conservazione di ambiti territoriali marchigiani a forte connotazione ambientale ed elevato rischio sismico. Linee guida per la definizione dei livelli di tutela e delle tipologie di intervento", svolta negli anni 2002-2005, finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ufficio del Vice Commissario Delegato per i Beni Culturali delle Marche Arch. Maria Luisa Polichetti, con la Responsabilità scientifica del Prof. Salvatore Dierna, il Coordinamento generale del Prof. Fabrizio Orlandi, il Coordinamento tecnico-operativo degli architetti Serena Baiani ed Antonella Valitutti.

Tecnologie per il ripristino ambientale. Interventi sostenibili per la protezione, fruizione e valorizzazione delle componenti naturali ed antropiche del paesaggio

BAIANI, Serena;
2008

Abstract

Le dinamiche di trasformazione e lo stato di conservazione delle componenti naturali del paesaggio sono regolate da equilibri di tipo ecologico, spesso alterati dell'intervento antropico: l'analisi dei rischi di trasformazione o di compromissione degli ambiti ad elevato interesse storico-monumentale, paesistico-ambientale permette di leggere le condizioni e gli effetti crescnti di degrado del paesaggio,, bene vulnerabile in quanto risorsa primaria e non riproducibile, degrado evidente soprattutto nei valori dell'assetto paesaggistico dei luoghi laddove "il paesaggio rappresenta gli aspetti percettibili dell'ambiente" e costituisce, sul piano dei valori, non solo estetici, una risultante significativa del suo stato strutturale e in definitiva un indicatore sostanziale della sua qualità globale. Il tentativo di definire la continua interrelazione tra le componenti naturali ed antropiche del paesaggio nelle azioni di controllo, riduzione, stabilizzazione dei fenomeni agenti è l'elemento chiave su cui è stata impostata la strutturazione delle tecnologie di ripristino ambientale che, in prima fase articolate in forma di check-list, sono state sviluppate come indicazioni e prescreizioni tecniche correlate per la fruizione e valorizzazione del sistema "bene-supporto-contesto". Il volume è frutto delle elaborazioni maturate nel corso della ricerca "Conservazione di ambiti territoriali marchigiani a forte connotazione ambientale ed elevato rischio sismico. Linee guida per la definizione dei livelli di tutela e delle tipologie di intervento", svolta negli anni 2002-2005, finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ufficio del Vice Commissario Delegato per i Beni Culturali delle Marche Arch. Maria Luisa Polichetti, con la Responsabilità scientifica del Prof. Salvatore Dierna, il Coordinamento generale del Prof. Fabrizio Orlandi, il Coordinamento tecnico-operativo degli architetti Serena Baiani ed Antonella Valitutti.
9788860552624
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/184108
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact