Il sito produttivo tra gerarchia, mercato e territorio