Il giurista è uno "zoologo metropolitano" ?: a partire da una tesi di Derrida