TRA SCIENZA E LETTERE. Giovannino Gentile (e Cantimori e Majorana)