Questo libro, che raccoglie in un quadro unitario di pensiero definito e proposto dai curatori i saggi di alcuni emeriti studiosi – architetti, storici e urbanisti – di Roma (Emanuela Belfiore, Giovanni Carbonara, Giancarlo Cataldi, Umberto De Martino, Vincenzo Fontana, Gian Luigi Maffei, Alessandra Muntoni, Renato Nicolini, Gian Luigi Nigro, Camillo Nucci, Marcello Pazzaglini, Marco Petreschi, Elio Piroddi, Franco Purini) si occupa di una questione che sta attirando sempre più l’attenzione degli studiosi: la nascita, nell’ultimo quarto di secolo di una nuova forma urbana, di cui il tessuto insediativo del secondo dopoguerra, rappresenta ormai solo una parte anche se dominante, la cui configurazione e i cui problemi sono autenticamente nuovi. Lo studio di questa nuova realtà, a differenza di quella dell’anteguerra, è rimasto finora ad un livello frammentario ed episodico. Su questo argomento ha dominato infatti una corrente storiografica che l’ha rifiutata in toto, bollandola come una “non città” di cui esaminare solo gli episodi architettonici e urbanistici più importanti. Questo libro tenta invece di proporre una visione d’insieme, che leghi questa nuova realtà a quella della città dell’anteguerra, che unisca passato e presente, che tratti in altri termini tutto l’agglomerato urbano come un unico sistema, per assegnare alla città contemporanea una precisa collocazione nella costruzione della città futura. Un ruolo non più di diversità e di separazione, ma di complementarità, che valorizzi le sue caratteristiche di integrazione con lo spazio naturale e di luogo di nuove grandi attrezzature urbane, per ricostruire un nuovo ordine funzionale e formale della città.

Roma contemporanea. Storia e progetto

CASSETTI, Roberto;
2006

Abstract

Questo libro, che raccoglie in un quadro unitario di pensiero definito e proposto dai curatori i saggi di alcuni emeriti studiosi – architetti, storici e urbanisti – di Roma (Emanuela Belfiore, Giovanni Carbonara, Giancarlo Cataldi, Umberto De Martino, Vincenzo Fontana, Gian Luigi Maffei, Alessandra Muntoni, Renato Nicolini, Gian Luigi Nigro, Camillo Nucci, Marcello Pazzaglini, Marco Petreschi, Elio Piroddi, Franco Purini) si occupa di una questione che sta attirando sempre più l’attenzione degli studiosi: la nascita, nell’ultimo quarto di secolo di una nuova forma urbana, di cui il tessuto insediativo del secondo dopoguerra, rappresenta ormai solo una parte anche se dominante, la cui configurazione e i cui problemi sono autenticamente nuovi. Lo studio di questa nuova realtà, a differenza di quella dell’anteguerra, è rimasto finora ad un livello frammentario ed episodico. Su questo argomento ha dominato infatti una corrente storiografica che l’ha rifiutata in toto, bollandola come una “non città” di cui esaminare solo gli episodi architettonici e urbanistici più importanti. Questo libro tenta invece di proporre una visione d’insieme, che leghi questa nuova realtà a quella della città dell’anteguerra, che unisca passato e presente, che tratti in altri termini tutto l’agglomerato urbano come un unico sistema, per assegnare alla città contemporanea una precisa collocazione nella costruzione della città futura. Un ruolo non più di diversità e di separazione, ma di complementarità, che valorizzi le sue caratteristiche di integrazione con lo spazio naturale e di luogo di nuove grandi attrezzature urbane, per ricostruire un nuovo ordine funzionale e formale della città.
Cassetti, Roberto; G., Spagnesi
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/180883
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact