Antonio Gaspari e un dialogo con il barocco romano