Un'analisi, attraverso i documenti del fondo Camerlengato dell'Archivio di Stato di Roma, del lento progredire della coscienza del valore del patrimonio artistico e monumentale nei territori marchigiani, scelti ad esempio di un opportuno dialogo e confronto tra periferia e centro scaturito dalla volontà dell'Urbe di avviare un sapiente controllo sulla tutela del patrimonio culturale di tutto lo Stato Pontificio.

Tutela e conservazione del patrimonio artistico nelle Marche nel primo Ottocento: un confronto costruttivo tra centro e periferia

CURZI, Valter
2008

Abstract

Un'analisi, attraverso i documenti del fondo Camerlengato dell'Archivio di Stato di Roma, del lento progredire della coscienza del valore del patrimonio artistico e monumentale nei territori marchigiani, scelti ad esempio di un opportuno dialogo e confronto tra periferia e centro scaturito dalla volontà dell'Urbe di avviare un sapiente controllo sulla tutela del patrimonio culturale di tutto lo Stato Pontificio.
9788862590273
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/179289
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact