Uso temporaneo dello spazio e marginalita': il caso del Rione Esquilino