Gilbert Clavel: spazi di transizione