Ludovico Quaroni e la "razionalità profonda".