Maschile e femminile nella librettistica verdiana