Escatologia dell’essere. Quel che resta di Heidegger – tra finitezza originaria e infinito negato