Prime riflessioni sullo spazio pubblico nelle democrazie pluralistiche