“Dagli esemplari domestici a’ forestieri”. La pittura fiorentina rinnovata