Il saggio è parte di un volume che costituisce una tappa del cammino della scuola territorialista sviluppatosi attraverso diverse ricerche di interesse nazionale sullo sviluppo locale e la rappresentazione identitaria. Per rappresentazioni identitarie si intendono quelle rappresentazioni capaci di costruire visioni condivise di un futuro desiderabile, punti di riferimento dell’interazione tra i soggetti partecipanti alla formazione e sviluppo del processo di piano. All’interno di tale processo possiamo distinguere diversi tipi di attori e i relativi problemi di efficacia dei metodi e delle tecniche di rappresentazione. Così possiamo parlare di efficacia interna riferendoci al rapporto tra studiosi e tecnici che si occupano del territorio e procedere ad un’ulteriore distinzione tra tecnici territorialisti-urbanisti e quelli appartenenti ad altre discipline con i quali si sviluppa un dialogo problematico, genericamente riassunto nella questione dell’interdisciplinarità. Al fine di affrontare tale questione, le riflessioni e le indicazioni metodologiche svolte nel testo consentono di redigere delle rappresentazioni, le carte di sensibilità, che si configurano come uno specifico strumento di ausilio all’interno del più ampio processo di costruzione di rappresentazioni identitarie. Le carte adottano come elemento di sfondo la pluralità di visioni ed utilizzano l’ambiente GIS come contesto di relazione preferito ma non esclusivo tra specialisti disciplinari.

Le carte di sensibilità come ausilio alla costruzione di rappresentazioni identitarie / Budoni, Alberto. - (2005), pp. 53-64.

Le carte di sensibilità come ausilio alla costruzione di rappresentazioni identitarie

BUDONI, Alberto
2005

Abstract

Il saggio è parte di un volume che costituisce una tappa del cammino della scuola territorialista sviluppatosi attraverso diverse ricerche di interesse nazionale sullo sviluppo locale e la rappresentazione identitaria. Per rappresentazioni identitarie si intendono quelle rappresentazioni capaci di costruire visioni condivise di un futuro desiderabile, punti di riferimento dell’interazione tra i soggetti partecipanti alla formazione e sviluppo del processo di piano. All’interno di tale processo possiamo distinguere diversi tipi di attori e i relativi problemi di efficacia dei metodi e delle tecniche di rappresentazione. Così possiamo parlare di efficacia interna riferendoci al rapporto tra studiosi e tecnici che si occupano del territorio e procedere ad un’ulteriore distinzione tra tecnici territorialisti-urbanisti e quelli appartenenti ad altre discipline con i quali si sviluppa un dialogo problematico, genericamente riassunto nella questione dell’interdisciplinarità. Al fine di affrontare tale questione, le riflessioni e le indicazioni metodologiche svolte nel testo consentono di redigere delle rappresentazioni, le carte di sensibilità, che si configurano come uno specifico strumento di ausilio all’interno del più ampio processo di costruzione di rappresentazioni identitarie. Le carte adottano come elemento di sfondo la pluralità di visioni ed utilizzano l’ambiente GIS come contesto di relazione preferito ma non esclusivo tra specialisti disciplinari.
La rappresentazione identitaria del territorio. Atlanti, codici, figure, paradigmi per il progetto locale
9788881258468
Interdisciplinarità; GIS; Sensibilità; Sintesi strutturali
02 Pubblicazione su volume::02a Capitolo o Articolo
Le carte di sensibilità come ausilio alla costruzione di rappresentazioni identitarie / Budoni, Alberto. - (2005), pp. 53-64.
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/166276
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact