Obiettivo del presente contributo è quello di presentare, sinteticamente, i principi fondamentali e gli strumenti normativi adottati, in ambito federale, che qualificano rispettivamente le varie aree che compongono la c.d. etica pubblica negli Stati Uniti. Per fare ciò sono state affrontate le tre grandi “classiche” macro-aree identificate dalla dottrina, miranti a fornire una regolamentazione normativa: (a) contro la corruzione; (b) contro i conflitti di interesse; (c) contro i comportamenti codificati eticamente come non ammessi. Si arriverà a mostrare tre punti: che sia ormai una costante –e non più un accidente- una seria regolamentazione dell’etica pubblica in questo ordinamento, a dimostrazione che lo scandalo del Watergate che coinvolse il Presidente Nixon ha rappresentato un autentico spartiacque nella democrazia statunitense. Che l’etica pubblica, pur qualificandosi nel corso del tempo a seconda delle varie presidenze e maggioranze politiche, nonostante tutto, ha subito un graduale processo di enforcement tale oggi da rappresentare un patrimonio condiviso da ogni forza politica, il cui rilievo è testimoniato e certificato in quanto previsto all’interno di tutti e tre i poteri dell’ordinamento. Infine, che, stante il carico di aspettative e l’atteggiamento di grande favore ed impegno con la quale la nuova Presidenza Obama sostiene di voler affrontare il tema dell’etica pubblica, questo tema sembra poter trovare per il futuro nuovi spazi di legittimazione democratica.

L'etica pubblica negli Stati Uniti. Un quadro d'insieme

CLEMENTI, Francesco
2009

Abstract

Obiettivo del presente contributo è quello di presentare, sinteticamente, i principi fondamentali e gli strumenti normativi adottati, in ambito federale, che qualificano rispettivamente le varie aree che compongono la c.d. etica pubblica negli Stati Uniti. Per fare ciò sono state affrontate le tre grandi “classiche” macro-aree identificate dalla dottrina, miranti a fornire una regolamentazione normativa: (a) contro la corruzione; (b) contro i conflitti di interesse; (c) contro i comportamenti codificati eticamente come non ammessi. Si arriverà a mostrare tre punti: che sia ormai una costante –e non più un accidente- una seria regolamentazione dell’etica pubblica in questo ordinamento, a dimostrazione che lo scandalo del Watergate che coinvolse il Presidente Nixon ha rappresentato un autentico spartiacque nella democrazia statunitense. Che l’etica pubblica, pur qualificandosi nel corso del tempo a seconda delle varie presidenze e maggioranze politiche, nonostante tutto, ha subito un graduale processo di enforcement tale oggi da rappresentare un patrimonio condiviso da ogni forza politica, il cui rilievo è testimoniato e certificato in quanto previsto all’interno di tutti e tre i poteri dell’ordinamento. Infine, che, stante il carico di aspettative e l’atteggiamento di grande favore ed impegno con la quale la nuova Presidenza Obama sostiene di voler affrontare il tema dell’etica pubblica, questo tema sembra poter trovare per il futuro nuovi spazi di legittimazione democratica.
9788856815931
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1660029
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact