Il Volume propone un approccio teorico ed empirico al tema dello spazio pubblico. La Carta dello Spazio Pubblico adottata nel corso della seconda BiSP dell’INU (Roma, 2013), i principi della New Urban Agenda (Quito, 2016), le definizioni e l’evoluzione del concetto di spazio pubblico in rapporto alla città contemporanea, i parchi urbani, i waterfront, gli spazi resilienti costituiscono l’inquadramento teorico. Seguono gli esempi di spazi pubblici italiani scelti in quanto rappresentativi di uno o più principi della Carta e descritti con informazioni, dati e immagini utili a comprenderne modalità di creazione, strumenti per la realizzazione, usi, successo. Pur senza avere l’intenzione di essere esaustivi dell’ampissima varietà di spazi esistenti, l’autrice racconta spazi pubblici di tutto il territorio italiano con le sue diverse caratteristiche geografiche e culturali. Il risultato è una sorta di “viaggio” tra le buone pratiche, che attraversa, incrocia, sovrappone tracce di memorie, segni di territorio, reti di spazi, percorsi d’arte, sentieri naturali, progetti di archi-star e “disegni” nati dalle esigenze della popolazione.

Spazi pubblici nella città contemporanea. Dai principi alle buone pratiche

Sepe M
2020

Abstract

Il Volume propone un approccio teorico ed empirico al tema dello spazio pubblico. La Carta dello Spazio Pubblico adottata nel corso della seconda BiSP dell’INU (Roma, 2013), i principi della New Urban Agenda (Quito, 2016), le definizioni e l’evoluzione del concetto di spazio pubblico in rapporto alla città contemporanea, i parchi urbani, i waterfront, gli spazi resilienti costituiscono l’inquadramento teorico. Seguono gli esempi di spazi pubblici italiani scelti in quanto rappresentativi di uno o più principi della Carta e descritti con informazioni, dati e immagini utili a comprenderne modalità di creazione, strumenti per la realizzazione, usi, successo. Pur senza avere l’intenzione di essere esaustivi dell’ampissima varietà di spazi esistenti, l’autrice racconta spazi pubblici di tutto il territorio italiano con le sue diverse caratteristiche geografiche e culturali. Il risultato è una sorta di “viaggio” tra le buone pratiche, che attraversa, incrocia, sovrappone tracce di memorie, segni di territorio, reti di spazi, percorsi d’arte, sentieri naturali, progetti di archi-star e “disegni” nati dalle esigenze della popolazione.
9788876032004
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Sepe_Spazi pubblici.pdf

solo gestori archivio

Note: copertina, frontespizio, indice e intera monografia
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 3.12 MB
Formato Adobe PDF
3.12 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1658817
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact