Il saggio analizza il testo di una conferenza di Giuseppe Giacosa dedicata all'arte dell'attore, in cui esplora, sulla base di scritti di Taine, Darwin, Hartmann e soprattutto di Wilhelm Wundt quella che definisce la 'suggestione scenica'. Giacosa intende studiare il meccanismo sotteso alla recitazione, non gli esiti artistici. Proprio per tale motivo si pone come uno scienziato, che scompone gli elementi dell'acqua nella formula H20, secondo la sua stessa ammissione. La conferenza generò una lunga polemica con critici tradizionalisti e 'diderotiani' come Giovanni Pozza. Giacosa leggeva infatti nella suggestione lo strumento e l'intelligenza sensibile e corporea dei grandi attori.

H2O:suggestione e scena

BERTOLONE, PAOLA
2008

Abstract

Il saggio analizza il testo di una conferenza di Giuseppe Giacosa dedicata all'arte dell'attore, in cui esplora, sulla base di scritti di Taine, Darwin, Hartmann e soprattutto di Wilhelm Wundt quella che definisce la 'suggestione scenica'. Giacosa intende studiare il meccanismo sotteso alla recitazione, non gli esiti artistici. Proprio per tale motivo si pone come uno scienziato, che scompone gli elementi dell'acqua nella formula H20, secondo la sua stessa ammissione. La conferenza generò una lunga polemica con critici tradizionalisti e 'diderotiani' come Giovanni Pozza. Giacosa leggeva infatti nella suggestione lo strumento e l'intelligenza sensibile e corporea dei grandi attori.
9788874700530
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1658051
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact