During first half of the seventeenth century Orazio Torriani (1578-1657) built the church of San Lorenzo de ‘Speziali in Miranda inside the remains of the Temple of Antoninus and Faustina (141-161 AD), in the Campo Vaccino (1602-1616), which is situated in the central area of Rome. Moreover, he designs the transformation of the basilica of Santi Cosma e Damiano while reusing the Augustan ruins of the forum of Peace and the 4th century Rotonda di Romulo (1626); in addition, he redesigns the interior of San Marco in Piazza Venezia (1654-1657). The intervention in the church of the Speziali, however, is the only one in which its project contribution for the treatment of internal surfaces can be identified, based on archival sources. The essay, thanks to the reinterpretation of the rich documentation, shows that Torriani plays a decisive role in the decorative configuration of the building, whose formal and figurative characters are recognizable in the late-sixteenth-century planimetric layout and in the ornamental apparatus, with the materials and finishes that define it.

Nella prima metà del Seicento nell’area centrale di Roma, Orazio Torriani (1578-1657) realizza la chiesa di San Lorenzo de’ Speziali in Miranda dentro i resti del Tempio di Antonino e Faustina (141-161 d.C.), nel Campo Vaccino (1602-1616). Inoltre, progetta la trasformazione della basilica dei Santi Cosma e Damiano, reimpiegando le rovine augustee del foro della Pace e la rotonda di Romolo del IV secolo (1626) e ridisegna l’interno di San Marco a piazza Venezia (1654-1657). L’intervento nella chiesa degli Speziali, però, è l’unico in cui può essere identificato il suo apporto progettuale per il trattamento delle superfici interne, sulla base delle fonti archivistiche. Il saggio, dalla rilettura della ricca documentazione, evidenzia che Torriani svolge un ruolo determinante nella configurazione decorativa dell’edificio secentesco, i cui caratteri formali e figurativi sono riconoscibili nell’impianto planimetrico tardo-cinquecentesco e nell’apparato ornamentale, con i materiali e le finiture che lo definiscono.

I materiali delle finiture nella chiesa di San Lorenzo de' Speziali in Miranda di Orazio Torriani nella prima metà del Seicento

Dal Mas Roberta Maria
2022

Abstract

Nella prima metà del Seicento nell’area centrale di Roma, Orazio Torriani (1578-1657) realizza la chiesa di San Lorenzo de’ Speziali in Miranda dentro i resti del Tempio di Antonino e Faustina (141-161 d.C.), nel Campo Vaccino (1602-1616). Inoltre, progetta la trasformazione della basilica dei Santi Cosma e Damiano, reimpiegando le rovine augustee del foro della Pace e la rotonda di Romolo del IV secolo (1626) e ridisegna l’interno di San Marco a piazza Venezia (1654-1657). L’intervento nella chiesa degli Speziali, però, è l’unico in cui può essere identificato il suo apporto progettuale per il trattamento delle superfici interne, sulla base delle fonti archivistiche. Il saggio, dalla rilettura della ricca documentazione, evidenzia che Torriani svolge un ruolo determinante nella configurazione decorativa dell’edificio secentesco, i cui caratteri formali e figurativi sono riconoscibili nell’impianto planimetrico tardo-cinquecentesco e nell’apparato ornamentale, con i materiali e le finiture che lo definiscono.
9788840402451
During first half of the seventeenth century Orazio Torriani (1578-1657) built the church of San Lorenzo de ‘Speziali in Miranda inside the remains of the Temple of Antoninus and Faustina (141-161 AD), in the Campo Vaccino (1602-1616), which is situated in the central area of Rome. Moreover, he designs the transformation of the basilica of Santi Cosma e Damiano while reusing the Augustan ruins of the forum of Peace and the 4th century Rotonda di Romulo (1626); in addition, he redesigns the interior of San Marco in Piazza Venezia (1654-1657). The intervention in the church of the Speziali, however, is the only one in which its project contribution for the treatment of internal surfaces can be identified, based on archival sources. The essay, thanks to the reinterpretation of the rich documentation, shows that Torriani plays a decisive role in the decorative configuration of the building, whose formal and figurative characters are recognizable in the late-sixteenth-century planimetric layout and in the ornamental apparatus, with the materials and finishes that define it.
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Dal_Mas_I materiali delle finiture nella chiesa di San Lorenzo de' Speziali in Miranda di Orazio Torriani_2022.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 9.87 MB
Formato Adobe PDF
9.87 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1656624
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact