Le contemporanee dinamiche di sviluppo hanno modificato gli usi, le funzioni e la struttura sociale anche dei piccoli centri urbani; le conseguenze di questa situazione si manifestano in modi diversi, dall’inquinamento alla disintegrazione sociale, dall’inefficienza dei servizi ai problemi di accessibilità fino a tematiche legate alla sicurezza e al controllo del territorio. Come altre aree marginali rispetto ai grandi flussi della globalizzazione tout court, negli ultimi anni la provincia di Frosinone ha subito bruschi cambiamenti nel proprio assetto economico-sociale, ben evidenti nella chiusura di importanti apparati industriali, nell’abusivismo edilizio incontrollato, e nei problemi ambientali che hanno avuto – in negativo – rilevanza a scala nazionale. Il progetto “Generazione Borghi Futuri” promosso nell’ultimo anno, si inserisce all’interno di un ambito specifico dell’areale frusinate, strutturandosi attraverso quattro nuclei tematico-territoriali che hanno in Arpino, Castro dei Volsci, Supino, Fumone i loro punti nevralgici. La scelta di questi siti nasce dall’esigenza di valorizzare luoghi dalla forte connotazione identitaria cercando di attivare nelle quattro macro-aree scelte un processo di riabilitazione strategica dal punto di vista architettonico, urbano e sociale. Questi piccoli centri storici hanno il compito di creare “centralità” culturali, poli di riferimento della nuova rete partecipativa qui proposta così da dar vita ad un sistema capillare, avente nei quattro centri i quattro pilastri delle micro-aree aree culturali, che in cooperazione con i borghi vicini, favoriscano quel processo di conoscenza e di collaborazione territoriale, mancante ai piccoli centri della Ciociaria.

Generazione borghi futuri. Esperienze di socialità nei territori della Ciociaria

Ciotoli, Pina
;
Moliri, Barbara
2022

Abstract

Le contemporanee dinamiche di sviluppo hanno modificato gli usi, le funzioni e la struttura sociale anche dei piccoli centri urbani; le conseguenze di questa situazione si manifestano in modi diversi, dall’inquinamento alla disintegrazione sociale, dall’inefficienza dei servizi ai problemi di accessibilità fino a tematiche legate alla sicurezza e al controllo del territorio. Come altre aree marginali rispetto ai grandi flussi della globalizzazione tout court, negli ultimi anni la provincia di Frosinone ha subito bruschi cambiamenti nel proprio assetto economico-sociale, ben evidenti nella chiusura di importanti apparati industriali, nell’abusivismo edilizio incontrollato, e nei problemi ambientali che hanno avuto – in negativo – rilevanza a scala nazionale. Il progetto “Generazione Borghi Futuri” promosso nell’ultimo anno, si inserisce all’interno di un ambito specifico dell’areale frusinate, strutturandosi attraverso quattro nuclei tematico-territoriali che hanno in Arpino, Castro dei Volsci, Supino, Fumone i loro punti nevralgici. La scelta di questi siti nasce dall’esigenza di valorizzare luoghi dalla forte connotazione identitaria cercando di attivare nelle quattro macro-aree scelte un processo di riabilitazione strategica dal punto di vista architettonico, urbano e sociale. Questi piccoli centri storici hanno il compito di creare “centralità” culturali, poli di riferimento della nuova rete partecipativa qui proposta così da dar vita ad un sistema capillare, avente nei quattro centri i quattro pilastri delle micro-aree aree culturali, che in cooperazione con i borghi vicini, favoriscano quel processo di conoscenza e di collaborazione territoriale, mancante ai piccoli centri della Ciociaria.
9788874999293
File allegati a questo prodotto
File Dimensione Formato  
Ciotoli_Generazione-borghi-futuri_2022.pdf

solo gestori archivio

Note: copertina, frontespizio, indice, articolo, retro di copertina
Tipologia: Versione editoriale (versione pubblicata con il layout dell'editore)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 6.12 MB
Formato Adobe PDF
6.12 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11573/1652725
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact