Costantino Mortati e la Costituente