La ricerca dell’originario, dell’autentico, dell’essenziale nell’aspirazione a oltrepassare la relatività indotta dal tempo e dalla storia caratterizza il Primitivismo. Una corrente di pensiero e una tendenza artistica che permea di sé  molte espressioni artistiche delle diverse arti della fine dell’Ottocento e del primo Novecento con le Avanguardie storiche, continua nel secolo scorso e si ripropone anche oggi. Ma se l’arte “primitiva”   stata fonte di ispirazione delle diverse forme delle arti visive, molto meno se ne è  parlato per l’architettura, sebbene anche in questo campo non manchino riferimenti espliciti. Per questa ragione nel saggio, oltre che una parte teorica, vi è una parte antologica, una selezione di opere, e non di autori, la quale tenta di individuare architetture che portino i segni delle problematiche indagate. Nella convinzione che ogni buona ricerca inizi con la formulazione di una domanda cui si è chiamati ad articolare una risposta, a sua volta foriera di altre questioni, il testo è stato posto all’esame di un gruppo di studiosi da cui sono scaturite delle interrogazioni che possono proiettare verso temi ancora per nulla o poco dibattuti.

Primitivismo e architettura / Secchi, Roberto; Bruschi, Andrea; Carpenzano, Orazio; Calabretti, Francesco; Pizzichini, Paolo; Albani, Allegra; Filosa, Francesca; Iossa, Roberto; Marchese, Edoardo. - (2021).

Primitivismo e architettura

Secchi, Roberto
Primo
;
Bruschi, Andrea;Carpenzano, Orazio;Calabretti, Francesco;Pizzichini, Paolo;Albani, Allegra;Filosa, Francesca;Iossa, Roberto;Marchese, Edoardo
2021

Abstract

La ricerca dell’originario, dell’autentico, dell’essenziale nell’aspirazione a oltrepassare la relatività indotta dal tempo e dalla storia caratterizza il Primitivismo. Una corrente di pensiero e una tendenza artistica che permea di sé  molte espressioni artistiche delle diverse arti della fine dell’Ottocento e del primo Novecento con le Avanguardie storiche, continua nel secolo scorso e si ripropone anche oggi. Ma se l’arte “primitiva”   stata fonte di ispirazione delle diverse forme delle arti visive, molto meno se ne è  parlato per l’architettura, sebbene anche in questo campo non manchino riferimenti espliciti. Per questa ragione nel saggio, oltre che una parte teorica, vi è una parte antologica, una selezione di opere, e non di autori, la quale tenta di individuare architetture che portino i segni delle problematiche indagate. Nella convinzione che ogni buona ricerca inizi con la formulazione di una domanda cui si è chiamati ad articolare una risposta, a sua volta foriera di altre questioni, il testo è stato posto all’esame di un gruppo di studiosi da cui sono scaturite delle interrogazioni che possono proiettare verso temi ancora per nulla o poco dibattuti.
Secchi, Roberto; Bruschi, Andrea; Carpenzano, Orazio; Calabretti, Francesco; Pizzichini, Paolo; Albani, Allegra; Filosa, Francesca; Iossa, Roberto; Marchese, Edoardo
File allegati a questo prodotto
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11573/1614943
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact